Call for papers 2021: Tramonto della politica? Tramonto del diritto? In dialogo con Emanuele Severino (1929-2020)

Il mondo attuale è attraversato da tensioni epocali: il contrasto tra una globalizzazione a carattere tecnofinanziario, con la grave crisi economica che ne è conseguita, e istanze ad essa antitetiche, che sembrano evocare il ritorno dell’immensa forza del passato; le migrazioni di masse di individui alla ricerca di condizioni di vita più umane, e il crescente disagio di un Occidente in forte crisi di motivazione ideale, e demografica; lo scontro, di evidenza geopolitica, fra quel che resta della cultura e della tradizione umanistica occidentale, e nuovi attori che, a livello locale e globale, ne insidiano il primato, rivendicando antiche e nuove forme di sovranità. A quest’ordine di problemi la politica e, insieme con essa, il diritto non sembrano in grado di offrire soluzioni soddisfacenti: né sul piano delle relazioni internazionali, dove ogni forma di cooperazione tra gli Stati viene messa in discussione, né all’interno delle singole comunità nazionali e regionali. Poiché all’economia è stata delegata la gestione della società, le regole giuridiche vengono invocate, in ultima analisi, allo scopo di garantire il funzionamento del mercato.

Dalle pagine de Il tramonto della politica. Considerazioni sul futuro del mondo (Rizzoli, Milano 2017) Emanuele Severino – al quale, in vista del primo anniversario della morte, la Rivista rende omaggio con questa call – ha tentato di mostrare, in una originale chiave di lettura, che quanto oggi appare come uno scontro di «valori» va letto come l’espressione di una battaglia di retroguardia tra le diverse «verità» che intendono piegare il mondo alla loro visione, ma che in realtà sono tutte destinate a essere sconfitte dall’avvento della tecnica, che potrà compiersi, nel pieno dispiegamento della sua potenza, solo quando perverrà al proprio scopo: realizzare tutto quanto è possibile.

La portata di questa tesi va verificata sia in sede teoretica sia in sede pratica: fino a che punto il postulato in essa implicito è realmente fondato? Quali ne sono i riscontri, in chiave filosofica, come in chiave storica? La cifra del tramonto, da precisare nei significati con i quali richiederebbe di essere adeguatamente tematizzata, in riferimento al destino della politica, e del diritto, è l’unica ermeneutica disponibile?

17 febbraio 2020

Il termine di scadenza per la sottomissione degli articoli, da indirizzare a redazione.rivistapolitica@gmail.com,
è il 31 dicembre 2020.

Lingue: italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo

I nostri recapiti

Redazione

Via delle Rosine, 15 - 10123 Torino

Sede di studio

Via delle Rosine, 11 - 10123 TORINO

 

ISSN

ISSN 2421-4302

powered by